05-08/09/2019 – AGLI ITALIANI CSI DI PESCARA L’ATLETICA DUEVILLE C’È!

05-08/09/2019 – AGLI ITALIANI CSI DI PESCARA L’ATLETICA DUEVILLE C’È!

Che siano i monti di Cles o il mare di Pescara, il Dueville è sempre protagonista

GIOVEDI’ 5 SETTEMBRE - è finalmente tutto pronto. Dopo mesi di preparazione, sia da parte degli atleti che si sono presi l’impegno di partecipare, sia da parte dello staff che li ha seguiti nelle calde giornate di luglio ed agosto, rinunciando a più di qualche pomeriggio di relax, i Campionati Nazionali di Atletica Leggera su Pista CSI bussano alla porta.

Quest’anno la meta si sposta più a sud rispetto alle precedenti edizioni, ed il luogo scelto dal comitato CSI è Pescara, in Abruzzo, nell’accogliente stadio e centro del CONI Adriatico-Giovanni Cornacchia (per gli amanti del calcio, anche lo stadio utilizzato dal Pescara, squadra che ha militato in serie A qualche anno fa).

39 sono gli atleti che prenderanno parte alla manifestazione, dei 41 inizialmente iscritti, visti i forfait dell’ultimo secondo di Gloria Tessaro e Francesca Dalla Pozza. Un duro colpo alla compagine duevillese, ma certamente uno stimolo per dare ancora di più il massimo in ogni competizione.

L’alloggio quest’anno è stato scelto tra i numerosi campeggi della zona: è il camping Lake Placid di Silvi Marina, locato ad una quindicina di km dal campo gara, ad ospitare i nostri.

Dopo un lungo viaggio, la maggior parte degli atleti ed accompagnatori giunge al campo base e, a fine serata, una breve riunione tenuta da Gianni fornisce tutte le informazioni e motivazioni per iniziare l’avventura l’indomani, nel segno come sempre del divertimento e della partecipazione, e cercando come ogni anno di migliorare il precedente. A detta del tecnico sarà un po’ più complicato, viste le numerose assenze, ma alla fin fine sognare non costa nulla.

Consegnati i pettorali e le magliette (e quest’anno pure i gadget) è ora di coricarsi, nell’attesa del primo sparo… 

VENERDI’ 6 SETTEMBRE – Primo sparo che purtroppo non è quello dello starter, ma per molti è il poco angelico suono della sveglia. Dopo un’efficace colazione (grazie ai consigli di Gianni) gli atleti che per primi gareggiano si portano al campo gara. Organizzare le macchine è risultato abbastanza semplice, vista anche la “partecipazione” alla prima nazionale del nuovo pulmino della Polisportiva Dueville. Nell’impianto sportivo si riversano fiumi di atleti: 1300 circa, a rappresentare 104 società che sfileranno poi una dietro l’altra nel classico evento di apertura, con giro di pista e presentazione nella sfilata delle regioni. 

La prima buona notizia viene dal meteo: c’è un bel sole e certamente la località scelta è stata azzeccata da questo punto di vista, considerate le piogge torrenziali che hanno invaso nel fine settimana il nord Italia. Giungono poi le 9.00 ed in perfetto orario riecheggia nell’aria il primo di quelli che saranno poi numerosissimi spari dello starter, e i ventiduesimi Campionati Nazionali CSI su pista hanno finalmente inizio.

Sono le Ragazze ad aprire le corse, impegnate nella distanza dei 1000 metri. Il Dueville stranamente non schiera nessun’atleta, ma ad animare la tifoseria gialloblù ci pensa Chiara Crestani, impegnata nel lancio del giavellotto allo stesso orario per la categoria Cadette. Non c’è neanche il tempo per prendere confidenza con le gare che subito si assicura la prima medaglia, con un eccellente terzo posto e record societario conquistato, ed inizia così la giornata per lei e per il Dueville. Che dire, buona la prima e “ad maiora!”. 

Nello stesso orario è impegnata anche la pedana dell’alto dalle Ragazze, con Aurora Zolin che supera l’ostica misura dell’1.20, ma deve fermarsi quando l’asticella viene posta a 1.25, confermando comunque un ottimo risultato. 

La mattinata prosegue e bisogna aspettare gli 800 per vedere impegnati i nostri anche nell’anello blu dello stadio: Maria Clelia Saccardo è la prima a calcare il tartan e coglie un buonissimo quinto posto, festeggiamo poi un quarto nella categoria Amatori B donne con Roberta Savio, segno premonitore dell’avvicinamento al podio. Ed infatti tocca agli allievi, dove schieriamo il nostro asso nella manica, Nicola Cristofori. Gara in solitaria per lui ed ecco il primo oro della nostra trasferta! Seguono poi sulla stessa distanza Eugenio Vendramin per gli Junior e Giacomo Lanaro per i Senior: soddisfazioni anche per lui che dopo aver guidato la gara per buona parte riesce a chiudere brillantemente al secondo posto. 

Nel frattempo, le pedane hanno visto protagonisti i compagni di allenamento Pietro Rizzo e Giacomo Collina nel salto in lungo, entrambi di poco sotto i 5 metri, Gianfranco Crestani al peso Veterani A, con un buon quinto piazzamento e soprattutto con la conquista del primato societario di categoria.

La tifoseria sugli spalti ha così avuto modo di scaldare la voce, per quelle che saranno tre giornate ricche di emozioni in cui avranno l’importante compito di incitare al massimo ogni atleta in gara. Compito naturalmente svolto nel migliore dei modi.

Torniamo dunque in pista, dove hanno inizio le batterie di una delle competizioni più emozionanti di ogni manifestazione di atletica leggera, i 100 metri piani. Ricordiamo che per questa gara è prevista una serie finale nel pomeriggio per gli 8 concorrenti più veloci.

Qui possiamo schierare numerosi atleti e, procedendo con ordine, abbiamo Giulia Pieropan che con il nono posto tra le Allieve per una questione di centesimi non centra l’obiettivo della finale, correndo comunque con l’ottimo tempo di 13.46 secondi. Per le Junior, Giorgia Tavella e Sara Cristofori si qualificano entrambe alla fase successiva e lo stesso dicasi per Claudia Gonella, sesta di categoria. Al maschile assistiamo ad un buonissimo sprint di Matteo Dani, così come Leonardo Zorzo tra gli Junior, seguito di poco dal compagno Lorenzo Tagliapietra. Finale guadagnata invece dal nostro velocissimo Giorgio Bassan, come ci ha ampiamente abituati, che vola in 11.28 a piazzarsi tra i 5 più veloci, nonostante l’accredito lo posizionasse nono. Appuntamento dunque al pomeriggio con i nostri velocissimi campioni.

La prima mattinata si conclude così con dei buonissimi piazzamenti e tante soddisfazioni personali, nonostante l’esiguo numero di atleti in gara.

Nel pomeriggio scendono in campo i giovanissimi, sempre rimanendo in tema di velocità pura, con i 60 metri. Sono numerosissime le Ragazze che partecipano alla corsa, ben 89 atlete! Le nostre portacolori Anna Duso, Susy Migliorin, Aurora Zolin, Maria Veller e Giorgia Rosi Dell'Aglio se la cavano alla grande nelle batterie, con Anna che coglie anche la soddisfazione della qualifica in finale verso fine giornata, migliorandosi di ben 15 centesimi rispetto a quanto fatto nelle batterie e chiudendo all’ottavo posto.

Seguono poi, a caratterizzare una giornata con moltissime gare veloci, gli 80 metri Cadetti e Cadette. Al femminile troviamo Emily Faccin, Francesca Zancan, Aurora Sartori e Francesca Mendo, tutte velocissime, ma a spuntarla per un posto in finale è Emily che, col quarto tempo, guadagnerà poi un ottimo terzo posto tra le più veloci.

Concludono le gare di velocità le finali dei 100 metri, che vedono impegnati i nostri atleti citati in precedenza. Giorgia e Sara chiudono al quarto e ottavo posto, Claudia giunge quinta e tocca infine a Giorgio. Una partenza forse meno allenata rispetto a quella degli avversari lo penalizza allo sparo, ma come al solito la sua velocità aumenta esponenzialmente man mano che macina metri. Stavolta non è sufficiente per il podio, ma trova comunque un buon quinto piazzamento, nell’attesa di rifarsi nella sua specialità, i 400 metri.

Alle pedane nel frattempo sono stati impegnati Andrea Copiello nel peso tra gli Amatori B, Sara al disco Junior, fermatasi ad un passo dal gradino più basso del podio, ma togliendosi la soddisfazione del nuovo primato di società, e Giulia, sempre al disco tra le Allieve. Spazio anche ai saltatori, con Riccardo Pieropan all’alto che per poco non supera il metro e settanta, dovendosi fermare alla misura inferiore. Quarto posto anche per Marta Zilio nel lungo Allieve, che avvicina i 5 metri di volo, dove ha gareggiato anche Maria Clelia.

Il sole inizia così a calare e l’aria si rinfresca, praticamente è tutto pronto per le gare rimanenti di giornata, quelle di mezzofondo. Qui ci si aspettano grandi risultati dai nostri, come sempre ci hanno abituati, ed infatti non tardano ad arrivare i primi grandi piazzamenti! Laura Fabrello trova il bronzo nei 3000 Juniores e terzo giunge anche Carlo Fasini, nella distanza dei 5000 metri per la categoria Amatori B.

Il venerdì si conclude così, sempre con pochi atleti in gara, ma con ben 6 medaglie nel bottino, che comprende anche ottimi piazzamenti ed ottime prestazioni. Si resta così con queste premesse in attesa del sabato, giorno in cui scenderanno in campo più maglie gialle possibili, alla ricerca come sempre di nuovi record.

SABATO 7 SETTEMBRE – Così come ci ha lasciati il venerdì, con un cielo sereno (nonostante brevissimi momenti di allerta), tale si apre la mattinata di sabato, con il sole splendente già dalle 8.30, orario in cui lo sparo dello starter da il via alla seconda giornata di gare.

Sono i 600 metri Esordienti femminili, ma anche oggi per vedere i nostri impegnati nelle corse, bisognerà attendere qualche minuto in più.

Si riempiono invece le pedane, con Giorgia al lungo tra le Junior, che produce un altro record societario nel concorso, e Chiara , sempre al lungo, con le Cadette, mentre al peso è impegnata Roberta Campagnolo nella categoria Amatori B donne, e anche qui un nuovo primato societario viene siglato.

Nel frattempo, ecco i 600 Ragazze, dove Sofia Copiello con il velocissimo crono di 1 minuto e 49 riesce a distaccare tutte le avversarie della terza batteria raggiungendo un meritatissimo terzo posto, nonostante gli accrediti delle avversarie lasciassero poco all’immaginazione. Bravissima.

È quindi il turno della resistenza veloce, e ad aprire le danze sono le Cadette nella difficile distanza dei 300 metri. Troviamo le nostre solite quattro agguerrite velociste che, dopo le fatiche degli 80, si cimentano in questa competizione. Emily, Francesca M., Francesca Z. e Aurora ben si comportano in pista, ed Emily giunge seconda al traguardo, dando tra l’altro nuova linfa al medagliere. Tra i maschi sono Pietro e Giacomo i nostri portacolori, a portare punti importanti con ottimi risultati.

Si resta sulla stessa linea di partenza, ma stavolta senza i blocchi. Significa solamente una cosa: sono iniziate le gare sui 1500 metri.

I nostri mezzofondisti sono come al solito numerosi. Si comincia al femminile con Laura che, dopo il terzo posto sui 3000 della sera prima, coglie il bronzo anche in questa distanza, confermando l’ottimo stato di forma. Tra i maschi si comincia con Nicola, che ormai non dovrebbe più stupirci, ed invece riesce comunque nell’intento andando sì a vincere, ma con l’ottimo tempo di 4.13. Non il personale, ma ottenuto correndo in solitaria con parecchi metri di vantaggio sugli avversari per praticamente tutto il km e mezzo. Tocca agli Junior ed Eugenio si deve accontentare del quarto posto, ritenendosi comunque molto soddisfatto della prova, e quindi ai Senior dove per la prima volta in questa trasferta riusciamo a portare due atleti sul podio: Giacomo secondo, dopo aver lottato fino all’ultimo con l’avversario dell’ ASD Si-Sport, ed Enrico Faccin terzo, con una prova magistrale in cui abbassa il proprio primato di ben 5 secondi, chiudendo in 4 minuti e 24. Chiudono le gare sulla distanza, per il Dueville, gli Amatori B, con Claudio Bagnara immancabilmente sul podio, secondo, e Carlo al sesto posto.

Molto animate anche le pedane, dove la tifoseria riesce a vedere la prova di Claudia nel salto in alto, che chiude quarta con la misura di un metro e 20.

Il caldo si è fatto quasi cocente sotto il sole e questo significa due cose: è ora di pranzo per chi si reca al camping, in modo da tornare per tempo per le gare del pomeriggio, oppure è ora del “giro della morte” per chi ha deciso di cimentarsi nell’impresa.

I blocchi vengono portati sulla linea di partenza e le infinite batterie dei 400 metri possono avere inizio. Si comincia al femminile per il Dueville, con Marta quinta tra le Allieve, per proseguire al maschile. Matteo per gli Allievi, Leonardo e Lorenzo per gli Junior e Riccardo per i Senior danno tutti il massimo, ma l’acuto lo raggiunge Giorgio, in cerca di una rivincita dopo i 100 del giorno prima. È velocissimo e taglia per secondo il traguardo, fermando il cronometro a 50.15 secondi, una delle sue migliori prestazioni!

Tutti a pranzare quindi, e si è pronti a ricominciare alle 15.30, come sempre in perfetto orario.

Si inizia tra le corsie con i 50 metri Esordienti, che quest’anno non siamo riusciti purtroppo a schierare, ma le gare si fanno guardare anche senza i nostri piccoli atleti. L’attenzione si sposta però maggiormente sulle pedane. Al lungo abbiamo Anna, Giorgia Rosi, Maria, Sofia, Susy e Aurora ad affrontare ben 83 avversarie in una competizione che è stata diluita nel corso della giornata e si concluderà solamente verso le 19.00. Nel disco troviamo invece il nostro lanciatore Andrea Copiello tra gli Amatori B.

Verso le 16.30 possiamo assistere ad una linea di partenza rinfoltita dai nostri atleti. Sono i Cadetti, pronti a partire per i 1000 metri e, neanche a dirlo, a gareggiare troviamo Pietro e Giacomo, i nostri unici rappresentanti al maschile per le categorie giovanili. Il livello si è notevolmente alzato negli ultimi anni e, nonostante gli ottimi tempi, il podio è difficile da agguantare (2 minuti e 36 il crono del primo classificato!), ma i nostri si battono comunque come leoni portando importantissimi punti in cascina.

Il programma prevede ora le serie dei 200 metri, altra competizione al cardiopalma molto apprezzata dal pubblico di atletica leggera. Tra le Allieve ottima prova di Giulia e Marta, con la prima che trova il riscatto dalla mancata finale dei 100 metri mettendo in riga numerose avversarie e cogliendo un ottimo terzo posto! Tocca poi a Giorgia e Sara che, nonostante i fastidi muscolari accusati il giorno precedente, riescono comunque in una brillante impresa giungendo rispettivamente sesta (con tanto di record societario) e settima. Nella categoria Amatori B donne Claudia trova l’ennesimo quarto posto e Roberta C. giunge settima.

È il turno poi degli Allievi, con Matteo che ben si comporta considerando il recente rientro agli allenamenti, e degli Junior con Leonardo, Lorenzo ed Eugenio, quest’ultimo improvvisatosi velocista per una serata. Infine, ecco i Senior con la nostra punta di diamante nella distanza: è il turno di Giorgio, che anche su questa distanza taglia per secondo il traguardo. Dietro di lui i compagni Giacomo, Riccardo e Lorenzo Rizzato, che per un problema al ginocchio è riuscito purtroppo ad affrontare solo una delle gare prefissate.

Le pedane, stavolta più animate dai nostri colori societari, hanno visto al giavellotto Elia Faccin, Laura al peso dopo le fatiche del mezzofondo, così come Enrico, che in queste nazionali ha partecipato a qualsiasi tipo di competizione, dal mezzofondo ai 400 metri alla velocità pura, nonché i lanci e i salti. Anche tra i Veterani possiamo leggere i nomi dei nostri, con il presidente Gianni Faccin che chiude terzo nel disco (mettendo la sua firma tra i record del Dueville) e con Gianfranco sesto tra i Veterani A, ed il nostro fotografo Pierantonio Rizzato che, tra una foto e l’altra, ha trovato pure il tempo di partecipare al lancio del disco piazzandosi sesto tra i Veterani B.

È il momento di chiudere la serata, e come da copione il modo migliore è farlo organizzando le staffette veloci, le 4x100. Si comincia dalle giovanili per proseguire con le categorie assolute. Unica brutta notizia, il tempo. Le nuvole si sono fatte più minacciose ed infatti verso le 19.30 si presenta un partecipante finora lasciato ai margini della scena: la pioggia, che si riversa sul campo gara e l’illusione di poterla scampare per tre giorni di fila si interrompe così. Fortunatamente si tratta di un acquazzone estivo e non impedisce particolarmente agli atleti di scaldarsi o gareggiare. Certo la pista diventa un po’ più scivolosa, ma i nostri atleti non si fermano di fronte a niente.

Le prime squadre che schieriamo sono le giovanili femminili, dove il team composto da Anna, Chiara, Susy ed Emily lascia indietro tutte le avversarie andando a prendersi il meritato primo posto. Molto buona anche la prestazione di Aurora, Francesca M., Francesca Z. e Sofia che chiuderanno settime.

Ennesimo quarto posto (ormai non si contano più tanti sono stati) per la squadra assoluta femminile, composta da Giulia, Marta, Sara e Giorgia e stessa sorte per la maschile targata Riccardo, Giacomo, Leonardo e Giorgio. Ottima prova anche per la seconda squadra di staffettisti con Matteo, Enrico, Eugenio e Lorenzo che chiudono a ridosso della top ten.

Con numerose soddisfazioni ed un pizzico di sfortuna si chiude questo sabato di gare, con il medagliere a recitare la dicitura 18, un ottimo risultato, ma l’inaspettato è sempre dietro l’angolo…

DOMENICA 8 SETTEMBRE – Ed è un inaspettato che porta bene. Alla visione dei risultati del giorno prima, la staffetta maschile sembrerebbe terza e non quarta. Per un’infrazione segnalata alla squadra vincitrice, i Colli Berici, le posizioni sono slittate ed i nostri velocisti possono assaporare la conquista del bronzo.

Tornando al campo gara dopo la minacciosa pioggia della sera prima, quello che attende i nostri atleti è nuovamente un bel sole ed un cielo sereno. Quali migliori condizioni per coronare queste intense giornate di gara?

Vengono dunque completate le ultime corse ed i concorsi rimanenti, per poi lasciare spazio all’evento clou di giornata, le staffette.

Nelle pedane arriva subito un primo posto e record societario, grazie ad Elia nel peso Junior e così la giornata inizia nel migliore dei modi. Il fratello Enrico si cimenta anche nel salto in lungo e le nostre Cadette Francesca M. ed Aurora nel salto in alto. Al giavellotto troviamo Roberta C. tra gli Amatori B donne e Nicola tra gli Allievi, ed entrambi chiuderanno al decimo posto di categoria. Sempre al peso si mette alla prova Francesca Z. nella categoria Cadette e le pedane giungono così alla fine.

In pista intanto, già dalle 8.30 sono stati sistemati gli ostacoli per i 60 metri categoria ragazze, che hanno visto la partecipazione tra le nostre fila di Sofia, Susy, Maria, Anna e Giorgia Rosi in una tipologia di gara molto tecnica in cui non hanno di certo sfigurato. La distanza si allunga poi di 20 metri e tocca agli 80 metri ostacoli per le Cadette. Anche qui possiamo ammirare due nostre partecipanti con Emily e Chiara bravissime e rispettivamente giunte al terzo e quarto posto.

Ed ecco infine il momento tanto atteso: hanno inizio le staffette.

Si comincia con le staffette svedesi (una tipologia che prevede la percorrenza di 100, 200, 300 e 400 metri rispettivamente dal primo, secondo, terzo e quarto staffettista) giovanili. Il Dueville schiera due squadre entrambe molto competitive. Anna, Chiara, Susy ed Emily tagliano per prime il traguardo, e pure ottimo è il risultato di Giorgia Rosi, Aurora, Maria e Sofia!

Al maschile non abbiamo i numeri per coprire tutte e quattro le frazioni, quindi l’attenzione si sposta sulle 4x400 assolute. Il quartetto composto da Marta, Laura, Sara e Giulia non lascia spazio alle gioie altrui, e chiudono anche loro al primo posto demolendo il precedente record societario di ben 21 secondi!!

Potranno essere da meno i ragazzi? Assolutamente no, e dopo alcuni anni di assenza ecco che Riccardo, Giacomo, Nicola e Giorgio ritrovano il primo posto nazionale CSI con l’ottimo crono di 3 minuti e 28 secondi. Molto bene anche la seconda squadra con Enrico, Eugenio, Lorenzo e Leonardo al decimo posto.

Quest’ultima giornata comporta un bell’allungo nel medagliere che, con 24 riconoscimenti, vede la nostra partecipazione come la più prolifica di sempre in rapporto medaglie-numero di atleti, a cui possiamo dare un’occhiata nelle righe che seguono.

 

Medagliere

Gara                 

Categoria  

Atleta                                

Medaglia         

Risultato        

800

AM

Nicola Cristofori

Oro

2’02’’70

1500

AM

Nicola Cristofori

Oro

4’13’’28

Staffetta 4x100

Giovanile F

Anna Duso, Chiara Crestani, Susy Migliorin, Emily Faccin

Oro

54’’60

Peso

JM

Elia Faccin

Oro

11,51

Staffetta 4x400

Assoluta F

Marta Zilio, Laura Fabrello, Sara Cristofori, Giulia Pieropan

Oro

4’20’’88

Staffetta svedese

Giovanile F

Anna Duso, Chiara Crestani, Susy Migliorin, Emily Faccin

Oro

2’33’’03

Staffetta 4x400

Assoluta M

Riccardo Pieropan, Giacomo Lanaro, Nicola Cristofori, Giorgio Bassan

Oro

3’28’’85

800

SM

Giacomo Lanaro

Argento

2’01’’64

300

CF

Emily Faccin

Argento

42’’96

1500

SM

Giacomo Lanaro

Argento

4’17’’62

1500

AmBM

Claudio Bagnara

Argento

4’36’’38

400

SM

Giorgio Bassan

Argento

50’’15

200

SM

Giorgio Bassan

Argento

22’’55

80 piani

CF

Emily Faccin

Bronzo

10’’52

Giavellotto

CF

Chiara Crestani

Bronzo

30,54

3000

JF

Laura Fabrello

Bronzo

11’50’’61

5000

AmBM

Carlo Fasini

Bronzo

18’04’’46

600

RF

Sofia Copiello

Bronzo

1’49’’32

1500

SM

Enrico Faccin

Bronzo

4’24’’89

1500

JF

Laura Fabrello

Bronzo

5’24’’39

Disco

VM A

Gianni Faccin

Bronzo

31,65

200

AF

Giulia Pieropan

Bronzo

27’’25

Staffetta 4x100

Assoluta M

Riccardo Pieropan, Giacomo Lanaro, Leonardo Zorzo, Giorgio Bassan

Bronzo

45’’52

80 Hs

CF

Emily Faccin

Bronzo

13’’46

 

I primati societari migliorati, ben 9, sono elencati di seguito.

Gara

Categoria

Atleta

Risultato

Giavellotto    

CF

Chiara Crestani      

30,54

Peso          

JM

Elia Faccin

11,51

200

JF

Giorgia Tavella

28’’96

Lungo

JF

Giorgia Tavella

4,62

Disco

JF

Sara Cristofori

21,19

Peso

ABF

Roberta Campagnolo

6,54

Peso

VET A

Gianfranco Crestani

9,15

Disco

VET A

Gianni Faccin

31,65

4x400

Assoluta F

Marta Zilio, Laura Fabrello, Sara Cristofori, Giulia Pieropan

4’20’’88

 

La mattinata prosegue con la celebrazione della Santa Messa, per poi sfociare nel momento più atteso della manifestazione: le classifiche di squadra. L’assenza di Massimo tra le nostre fila ha impedito di conoscere in anticipo il punteggio di ogni categoria, come ci aveva troppo ben abituati nelle precedenti edizioni, ed ogni posizione elencata dallo speaker in cui non figura il nome della nostra società fa tirare un sospiro di sollievo ai presenti. Si comincia con la squadra femminile ed il nostro nome è l’ultimo ad essere letto… le ragazze sono campionesse nazionali CSI su pista per il quarto anno consecutivo!!! Tocca poi alla squadra maschile, leggermente rimaneggiata viste le importanti assenze, che riesce a cogliere un buonissimo settimo posto. All’annuncio della classifica per le categorie Assolute il nostro nome tarda ad arrivare. È un buon segno e difatti ci piazziamo al secondo posto! Sorte un po’ più beffarda per le categorie giovanili, che comunque, pur non avendo atleti a sufficienza al maschile (i soli Pietro e Giacomo sono stati i nostri rappresentati per tutta la manifestazione) riescono a rientrare nella top ten con il settimo posto!

Infine, la classifica più attesa. Quale sarà la società più prolifica tra le oltre 100 presenti? Lo speaker dichiara campioni i Colli Berici, come al solito numerosissimi e bravissimi, ma la festa spetta anche a noi: con i pochi partecipanti e le importanti perdite di percorso, conquistiamo il terzo gradino del podio e si dà inizio ai festeggiamenti!

Ottimi complessivamente i risultati ottenuti dalle società del Comitato CSI di Vicenza, grazie anche alle buone performance dei nostri cugini dell’atletica Union Creazzo come rilevato dal sito nazionale CSI (per l’articolo CLICCA QUI).  

PER VEDERE TUTTE LE CLASSIFICHE DELLA MANIFESTAZIONE CLICCA QUI

PER LE SPLENDIDE GALLERIE FOTOGRAFICHE CLICCA QUI

PER L'ARTICOLO SUL GIORNALE DI VICENZA CLICCA QUI

Dopo le foto la compagine duevillese si dirige al ristorante “Il Giardino dei Mascalzoni” a pochi passi dal camping, per un’abbuffata che definire pantagruelica è forse troppo poco. Le portate fiumano sui tavoli e nemmeno le bocche più affamate riescono a tenere il ritmo delle pietanze che mano a mano vengono presentate. Così, in allegria ed in compagnia, si conclude questa ventiduesima rassegna nazionale CSI su pista. È il momento di fare le valige, salire in auto, affrontare il viaggio di ritorno e, per ognuno, di tirare le somme. È stata certamente un’esperienza importante, tante sono state le soddisfazioni e pochi si spera i rimpianti. Di sicuro non verrà considerato un punto d’arrivo! È sì il finale di stagione, ma quella nuova bussa già alle porte. Ora ad attendere gli atleti ci sarà sicuramente qualche giornata di riposo, per poi farsi trovare pronti a ricominciare un altro fantastico anno insieme, uniti dai brillanti colori di questa società, sempre in crescita e alla ricerca di nuovi stimoli, e non solo dal punto di vista tecnico.

Vanno infine omaggiati, con i dovuti ringraziamenti, gli atleti che hanno speso fino all’ultima goccia di sudore nelle competizioni, i genitori ed il tifo tutto. Si ringrazia ovviamente anche lo staff tecnico composto da Gianni e Angelo, e Gloria e Giulio come accompagnatori, senza dimenticare chi per tutto l’anno ha preparato i nostri concorrenti. Un grazie dunque a Cristian, Giovanni e Alberto che sempre hanno seguito i più giovani. Grazie ai fotografi Pierantonio (fotoreporter della manifestazione) e a Silvano e Davide che hanno aiutato durante l’anno. Infine, un grazie ai dirigenti che nell’ombra muovono la ruota di questa realtà chiamata Atletica Dueville.

Come sempre, buon proseguimento a tutti quanti, by Riccardo.

Condividi

Richiedi informazioni su questa pagina

 

Clicca qui per leggere l'informativa sulla privacy.

 

* l'inserimento di queste informazioni è obbligatorio.

05-08/09/2019 – AGLI ITALIANI CSI DI PESCARA L’ATLETICA DUEVILLE C’È!

Seguici su facebook

Auxonet Csz Mascotto Diatex

Chiamaci:

SOCIAL NETWORK

Facebook Youtube

FEDERAZIONI

CSI FIDAL

Questo sito utilizza i cookie per il suo funzionamento e per le statistiche. Prosegui se sei d'accordo. maggiori informazioni.

OK